ALM317 LM317 Regulator

ALM317_FOTO

L’ALM317 è un semplice alimentatore basato sul classico regolatore LM317, un regolatore lineare molto diffuso dove la tensione di uscita è configurabile tramite due resistenze..

Lo schema elettrico visibile qui sotto è molto semplice. Sulla sinistra si vede il ponte raddrizzatore costituito da 4 diodi, classici 1N4007 in configurazione “raddrizzatore” ( vanno bene anche altri modelli simili tipo gli 1N4004 in grado di reggere 1A).

Poi troviamo il condensatore di filtro, 1000uF o 2200uF vanno più che bene, sia prima che dopo il regolatore ci sono anche dei piccoli condensatori da 100nF, servono per i disturbi a frequenza elevata, sono indispensabili!

In uscita l’ultimo condensatore per livellare al meglio il segnale in uscita.

ALM317_SCHEMA

Il montaggio dell’alimentatore è semplicissimo, se si presta attenzione al verso dei diodi e a fare delle saldature decenti non può non funzionare.

CALCOLO TENSIONE IN USCITA

La tensione di alimentazione in uscita è determinata tramite la seguente formula:

Vout = 1.25(1 + R2/R1)

Dove 1.25 indica la tensione di riferimento fissa dentro il circuito LM317, Vout è la tensione in uscita e R1 e R2 sono le due resistenze di regolazione espresse in Ohm.

Per garantire una buona regolazione la resistenza R1 non deve essere inferiore a 470Ω, di seguito riportiamo una semplice tabella con i valori di resistenza consigliati per ottenere le tensioni di uscita più comuni.

R1 R2 Vout
330 Ω 2K87 Ω 12,265 V
330 Ω  1K00 Ω  5,088 V
270 Ω  390 Ω  3,075 V

CALCOLO CORRENTE IN USCITA

La massima corrente erogata dal circuito è legata alla capacità di dissipare calore dell’aletta di raffreddamento. Il circuito è un circuito lineare e questo significa che la differenza tra la tensione in ingresso e quella in uscita viene dissipata.

Per prima cosa bisogna considerare che l’aletta di raffreddamento prevista è in grado di dissipare al massimo 2W.

Poi bisogna tenere a mente che in ogni caso l’LM317 non può erogare oltre 1,5A.

Infine si tenga presente che se alimentato in tensione alternata l’LM317 riceverà una tensione continua pari alla tensione Vac moltiplicata per una costante 1.41 e alla quale andrà sottratta la caduta di tensione di 2 dei 4 diodi del ponte visto che lavorano due alla volta, consideriamo circa 1V totale.
Se consideriamo il circuito alimentato a 12V alternati l’LM317 riceverà al suo ingresso una tensione di (12*1.41) – 1 = 16V ( circa ).

Ora possiamo calcolare la massima corrente erogabile in funzione delle tensione di ingresso e di uscita ricordandoci che comunque non potrà mai eccedere gli 1,5A

Chiamando “P” la massima potenza dissipata dall’aletta e con “Δv” la differenza tra la tensione in ingresso e quella in uscita avremo Imax = P/ Δv

Considerando i 12Vac in ingresso ( ovvero 16 Vdc ) l’LM317 potrà erogare al massimo :

– Con 12Vdc in uscita : I=P/ Δv = 2/(16-12)  = 500 mA

– Con 5Vdc in uscita : I=P/ Δv = 2/(16-5)  = 181 mA

Considerando i 7Vac in ingresso ( ovvero 8.9 Vdc ) l’LM317 potrà erogare al massimo :

– Con 5Vdc in uscita : I=P/ Δv = 2/(8.9-5)  = 513 mA

– Con 3Vdc in uscita : I=P/ Δv = 2/(8.9-3)  = 340 mA

ASSEMBLAGGIO

Per la disposizione dei componenti seguite il piano di montaggio visibile quì sotto.

ALM317_SERIGRAFIA

Il PCB è visibile nella foto seguente, presenta la serigrafia ben leggibile e quindi è facilissimo seguire lo schema per il montaggio.

ALM317_PCB

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.